Vita e morte del desiderio: Lectio magistralis di Massimo Recalcati

20 giugno 2018

Martedì 3 luglio apre la rassegna “Notturno europeo” con la lectio magistralis di Massimo Recalcati al Forte di Belvedere . Seguirà il concerto “Notturno Elettrico” curato da Tempo Reale, con sonorizzazione dal vivo di filmati della rivoluzione studentesca del ’68

Il Notturno europeo è un progetto ideato e curato da Pinangelo Marino nell’ambito dell’Estate Fiorentina 2018 in collaborazione con Museo Novecento e si terrà da settembre a Firenze tra Forte di Belvedere e Museo Novecento con concerti, proiezioni, incontri.

Sarà “Vita e morte del desiderio”, lectio magistralis di Massimo Recalcati, tra i più noti psicanalisti, saggisti e scrittori italiani, a inaugurare martedì 3 luglio, alle ore 21.00, al Forte di Belvedere, “Notturno europeo”, progetto ideato e curato da Pinangelo Marino nell’ambito dell’Estate Fiorentina 2018 in collaborazione con Museo Novecento. In programma fino a settembre, tra il Forte e il Museo Novecento, concerti, proiezioni, incontri con personalità del mondo della cultura, per provare a raccontare “questo nostro tempo senza
tempo”. Nell’anno del cinquantenario del Sessantotto, le parole chiave di questa edizione saranno Desiderio e Rivoluzione.

Il Sessantotto ha affermato il diritto al desiderio. Una nuova generazione ha rivendicato il diritto alla parola. Quale destino conosce il diritto al desiderio nel nostro tempo? È desiderio di vita o desiderio di morte? È questa la domanda di partenza da cui si dipanerà la tesi di Massimo Recalcati.

A seguire, si terrà il concerto “Notturno Elettrico” nuova produzione a cura di Tempo Reale (Centro di ricerca produzione e formazione musicale), con sonorizzazione dal vivo di alcuni filmati esclusivi girati durante i momenti più rappresentativi della rivoluzione studentesca del 1968. A interpretarli, lo ZUMTRIO, composto da Francesco Canavese (chitarra elettrica), Francesco Giomi (sintetizzatori), Stefano Rapicavoli (batteria). A cavallo tra struttura e improvvisazione, il gruppo si relazionerà con immagini particolari in grado di stimolare una ricerca musicale ispirata a temi di libertà espressiva, accoglienza e riflessione politica.
Gli eventi sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.