Hõbevalge. Sulla rotta del vento, del fuoco e dell’Ultima Thule

5 maggio ore 17.30

In occasione della visita a Firenze del presidente della Repubblica dell’Estonia, Kersti Kaljulaid, il Museo Novecento ospita la presentazione del libro “Hõbevalge” di Lennart Meri, politico, scrittore, documentarista, ex Presidente della Repubblica dell’Estonia.

Intervengono Luigi Cecchini, Console Onorario della Repubblica di Estonia a Firenze e Toscana, Gianni Glinni, curatore del libro, Daniele Monticelli, semiologo e traduttore, e Ülle Toode, Direttore Centro Studi sull’Estonia e il Baltico presso La Sapienza di Roma

“Nel libro “Hõbevalge” (1976) ho presentato l’ipotesi secondo la quale il viaggio di Pitea fu provocato dalla caduta del meteorite di Kaali, sull’isola di Saaremaa. L’evento aveva avuto luogo un paio di centinaia di anni prima del viaggio di esplorazione di Pitea. Ma già allora Saaremaa era densamente popolata e sul Mar Baltico fioriva l’intenso traffico navale della prima epoca vichinga. Supponevo che la potenza catastrofica dell’impatto del meteorite potesse aver profondamente influenzato psicologia, lingua e usanze delle popolazioni delle coste del Baltico, dando vita a un’interpretazione mitologica locale. Ho presentato a sostegno di quest’ipotesi materiale linguistico, etnografico e legato al culto. Ma gli esempi non hanno lo stesso peso di una dimostrazione. Nel migliore dei casi conferiscono a un’ipotesi il diritto di esistere [...] se non siete turisti, ma piuttosto viaggiatori, lasciatevi tranquillamente alle spalle il castello costruito cinquecento anni fa e fermatevi davanti a un campo che è stato coltivato ininterrottamente da duemila anni. Fategli una bella fotografia. Contiene una storia più grande, perché in esso vivono sia il passato che il futuro. La storia comincia laddove finisce la poesia. A volte si sfiorano…” (Lennart Meri).

Immagine: in foto Lennart Meri