Il Dipartimento Educazione propone al pubblico un ricco programma di visite e attività utili ad avvicinarsi alle arti del Novecento e ai loro protagonisti. Agli adulti è quindi offerta la visita al museo, mentre alle famiglie sono dedicate le attività e i laboratori, diversificati a seconda dell’età dei bambini. Un’attenzione particolare viene inoltre rivolta alle scuole di ogni ordine e grado e ai pubblici con bisogni speciali dal punto di vista fisico, sociale o cognitivo.

Per informazioni e prenotazioni:
Tel. 055-2768224 055-2768558
Mail info@muse.comune.fi.it

Adulti e famiglie

Novecento storie. visita al museo

10-99
Anni

sabato h15.00/16.30 e domenica h11.00/12.30

Max Persone

20

Prezzo

4,00*

Lingua

It

Durata

1h15’

*(€2.00 per i residenti della città metropolitana)

Al di là di ogni nozione, l’incontro con l’arte è sempre un momento importante nella scoperta di se stessi e del proprio modo di relazionarsi con il mondo; l’osservazione di un’opera può portare ad amplificare le percezioni e creare un nuovo “canale” per le emozioni, le sensazioni e i ricordi. In occasione dell’iniziativa Amico Museo promossa dalla Regione Toscana, il Museo Novecento sarà raccontato da chi al XX secolo appartiene di diritto, grazie alle storie nate dal lavoro collettivo di anziani affetti da patologie senili: un contrappunto di voci che guiderà i visitatori a un diverso sguardo sui capolavori delle collezioni civiche.

Il collage, l’arte di scegliere

6-10
Anni

sabato h15.00/16.30 e domenica h11.00/12.30

Max Persone

20

Prezzo

4,00*

Lingua

It

Durata

1h15’

*(€2.00 per i residenti della città metropolitana)

Nel collage, tecnica prettamente novecentesca, non si usano pennelli, colori o pastelli, bensì si opera una “scelta” selezionando e sovrapponendo in forma critica dettagli di immagini, fotografie, riviste, scritte e altro per creare e comporre qualcosa di inedito. In questo senso l’opera che ne deriva è spesso straniante, non volendo illudere la realtà ma raccontare un modo di vedere che utilizza le forme di rappresentazione per andare oltre. Dopo una breve visita al museo, nella quale saranno messe in luce le opere che hanno nella “composizione” il loro tratto distintivo e sarà posta l’attenzione sulle possibili modalità di raffigurazione del reale, i partecipanti potranno cimentarsi nell’esecuzione di un ritratto/autoritratto in forma di collage/décollage che, superando l’idea di riproduzione realistica, includa emozioni, qualità, espressioni e caratteri della persona rappresentata.

OPERA D’ARTE TOTALE

4-7
Anni

sabato h15.00/16.30 e domenica h11.00/12.30

Max Persone

20

Prezzo

4.00*

Lingua

It, En, Fr

Durata

1h15’

*(€2.00 per i residenti della città metropolitana)

Il percorso permette ai bambini più piccoli di avvicinarsi alle arti del Novecento con uno sguardo trasversale, partecipe e inclusivo. L’itinerario si concentra su alcune opere scelte, utili a cogliere lo spirito dinamico e dialettico che ha attraversato tutto il XX secolo mettendo in atto un ripensamento totale delle arti e delle loro possibili interazioni. L’installazione continua di Paolo Masi, le colorate architetture di Superstudio, il dipinto fatto di gesti e di colori di Emilio Vedova, le sculture di Martini, la moda d’alto stile di Pitti e gli esperimenti musicali di Grossi e di Chiari saranno l’occasione per un incontro multisensoriale con le arti. Nella seconda parte dell’attività i bambini, divisi in piccoli gruppi, si metteranno al lavoro per dare forma a una “opera d’arte totale” che riunisca la loro esperienza collettiva intrecciando i diversi linguaggi artistici. Guarda la clip>

Time Machine

8-12
Anni

sabato h15.00/16.30 e domenica h11.00/12.30

Max Persone

20

Prezzo

4,00*

Lingua

It, En, Fr

Durata

1h15’

*(€2.00 per i residenti della città metropolitana)

Il percorso si presenta come un “viaggio nel tempo” che prende avvio dal mondo di oggi per arrivare ai primi anni del Novecento indagando linguaggi, tecniche e principi delle arti del Novecento: dalle più recenti installazioni contemporanee alle scenografie d’autore del Maggio Musicale, dalle sperimentazioni musicali ai dipinti futuristi, dal design d’avanguardia ai dipinti più celebri,  i bambini saranno coinvolti in un itinerario di scoperta delle molteplici forme artistiche del XX secolo nel dialogo animato fra tradizione e innovazione, antico e moderno, astratto e concreto. L’incontro con i grandi artisti del secolo – fra questi Emilio Vedova, Lucio Fontana, Bruno Munari, Giorgio De Chirico, Fortunato Depero – e con le loro opere sarà in questo senso l’occasione per una rielaborazione personale che consentirà ai bambini di portarsi a casa una particolarissima “collezione” della propria esperienza. Guarda la clip>

Visita guidata al Museo

10-99
Anni

sabato h15.00/16.30 e domenica h11.00/12.30

Max Persone

20

Prezzo

4,00*

Lingua

It, En, Fr

Durata

1h15’

*(€2.00 per i residenti della città metropolitana)

La visita consente di ripercorrere a ritroso il XX secolo individuando i movimenti, le poetiche e gli artisti che ne hanno segnato i decenni, con un taglio fortemente interdisciplinare e un’attenzione specifica all’Italia e a Firenze. A partire dalla Biennale di Venezia del 1988, intesa come primo riconoscimento dei giovani fiorentini De Lorenzo, Guaita e Catelani, il percorso ripropone le tensioni e gli ideali degli anni Settanta e Sessanta – con grandi opere quali la Superarchitettura di Archizoom e Adolfo Natalini o il Plurimo di Emilio Vedova – per poi addentrarsi negli anni centrali del Novecento, riccamente rappresentati grazie alle donazioni di importanti artisti e collezionisti: fra questi Alberto Della Ragione, all’interno della cui collezione spiccano capolavori di De Chirico, Sironi, Casorati, Depero, Morandi, Martini. Nell’intreccio fra pittura, scultura, musica, poesia, moda, cinema e teatro il percorso porta il pubblico fino all’alba del secolo, animata dalle prime pulsioni delle avanguardie internazionali

Scuole

Time Machine

8-12
Anni

lunedì, martedì, giovedì, venerdì 9:30 - 10.45

Max Persone

20

Prezzo

*4.00

Lingua

It

Durata

1h15'

*(€2.00 per gli alunni delle scuole della Città Metropolitana)

Il percorso si presenta come un “viaggio nel tempo” che prende avvio dal mondo di oggi per arrivare ai primi anni del Novecento indagando linguaggi, tecniche e principi delle arti del Novecento: dalle più recenti installazioni contemporanee alle scenografie d’autore del Maggio Musicale, dalle sperimentazioni musicali ai dipinti futuristi, dal design d’avanguardia ai dipinti più celebri,  i bambini saranno coinvolti in un itinerario di scoperta delle molteplici forme artistiche del XX secolo nel dialogo animato fra tradizione e innovazione, antico e moderno, astratto e concreto. L’incontro con i grandi artisti del secolo – fra questi Emilio Vedova, Lucio Fontana, Bruno Munari, Giorgio De Chirico, Fortunato Depero – e con le loro opere sarà in questo senso l’occasione per una rielaborazione personale che consentirà ai bambini di portarsi a casa una particolarissima “collezione” della propria esperienza. Guarda la clip>

OPERA D’ARTE TOTALE

4-7
Anni

lunedì, martedì, giovedì, venerdì 9:30 - 10:45

Max Persone

20

Prezzo

4,00*

Lingua

It, En, Fr

Durata

1h15'

*(€2.00 ad alunno per le scuole della città metropolitana)

Il percorso permette ai bambini più piccoli di avvicinarsi alle arti del Novecento con uno sguardo trasversale, partecipe e inclusivo. L’itinerario si concentra su alcune opere scelte, utili a cogliere lo spirito dinamico e dialettico che ha attraversato tutto il XX secolo mettendo in atto un ripensamento totale delle arti e delle loro possibili interazioni. L’installazione continua di Paolo Masi, le colorate architetture di Superstudio, il dipinto fatto di gesti e di colori di Emilio Vedova, le sculture di Martini, la moda d’alto stile di Pitti e gli esperimenti musicali di Grossi e di Chiari saranno l’occasione per un incontro multisensoriale con le arti. Nella seconda parte dell’attività i bambini, divisi in piccoli gruppi, si metteranno al lavoro per dare forma a una “opera d’arte totale” che riunisca la loro esperienza collettiva intrecciando i diversi linguaggi artistici. Guarda la clip>

Il disegno animato

8-11
Anni

lunedì, martedì, giovedì, venerdì 9:30 - 10:45

Max Persone

20

Prezzo

4,00*

Lingua

It

Durata

1h15'

*(€2.00 ad alunno per le scuole della Città Metropolitana di Firenze)

Già l’uomo preistorico tentava di riprodurre la realtà circostante in movimento e nel corso dei secoli molteplici furono i tentativi di conferire dinamismo alle immagini: fra questi si possono ricordare lo zootropio di William Horner o il teatro ottico di Charles-Emile Reynaud. E’ però agli inizi del Novecento che si hanno i primi cartoni e personaggi animati – basti ricordare il Gatto Felix di Otto Messmer, noto ancora oggi – che nel corso del secolo si perfezioneranno in misura crescente fino a raggiungere i risultati inaspettati che tutti conosciamo. L’attività prevede un excursus nella storia del disegno animato, con proiezione di brevi estratti; successivamente i bambini si cimenteranno nella realizzazione di disegni che, grazie a una serie di tecniche e di segreti, si animeranno per dare vita a una vera e propria storia.

Il collage, l’arte di scegliere

6+
Anni

lunedì, martedì, giovedì, venerdì 9:30 -10:45

Max Persone

20

Prezzo

4,00

Lingua

It

Durata

1h15'

*(€2,00 ad alunno per le scuole della Città Metropolitana di Firenze)

Nel collage, tecnica prettamente novecentesca, non si usano pennelli, colori o pastelli, bensì si opera una “scelta” selezionando e sovrapponendo in forma critica dettagli di immagini, fotografie, riviste, scritte e altro per creare e comporre qualcosa di inedito. In questo senso l’opera che ne deriva è spesso straniante, non volendo illudere la realtà ma raccontare un modo di vedere che utilizza le forme di rappresentazione per andare oltre. Dopo una breve visita al museo, nella quale saranno messe in luce le opere che hanno nella “composizione” il loro tratto distintivo e sarà posta l’attenzione sulle possibili modalità di raffigurazione del reale, i partecipanti potranno cimentarsi nell’esecuzione di un ritratto/autoritratto in forma di collage/décollage che, superando l’idea di riproduzione realistica, includa emozioni, qualità, espressioni e caratteri della persona rappresentata.

Paolo Masi. Intrecci di trame e colori

8-12
Anni

lunedì, martedì, giovedì, venerdì 9:30 - 11:00

Max Persone

20

Prezzo

4,00*

Lingua

It

Durata

1h15’

*(€2.00 ad alunno per le scuole della Città Metropolitana di Firenze)

Paolo Masi è stato un animatore culturale della Firenze degli anni Sessanta e Settanta. In museo è presente stabilmente con un’istallazione di fili e colori che dialoga con il loggiato quattrocentesco, mentre la mostra a lui dedicata vuole restituire la carica innovatrice e di rottura dei suoi lavori, che arrivò a scuotere il sonnolento ambiente artistico fiorentino. Dopo un rapido excursus delle opere di Masi i bambini saranno invitati a prendere parte a un’attività in cui sperimentare l’uso del colore legato alla percezione dell’osservatore e alle emozioni che ne derivano, per arrivare alla creazione di un’opera site-specific.

Adrian Paci. Un mondo in movimento

8-12
Anni

lunedì, martedì, giovedì, venerdì 9:30 - 11.00

Max Persone

20

Prezzo

4,00*

Lingua

It

Durata

1h15’

*(€2.00 ad alunno per le scuole della Città Metropolitana di Firenze)

Adrian Paci è un artista albanese arrivato in Italia a seguito della guerra civile che colpisce il suo paese negli anni Novanta. Fortemente interessato, proprio per la sua storia personale, ai temi della migrazione, dello spostamento, dei confini e dell’identità, Paci è ospite del Museo Novecento con una mostra in cui tutti i linguaggi dell’arte sono indagati. Dall’istallazione al video, dalla pittura alla scultura, i bambini saranno introdotti alla ricchezza delle espressioni del contemporaneo, esplorando allo stesso tempo attraverso le opere esposte i temi universali della casa e dell’appartenenza. Un’attività laboratoriale, ispirata alla convinzione dell’artista che “l’arte più che una produzione di qualcosa di nuovo è rendere visibile in modo diverso quello che pensiamo di conoscere già”, permetterà loro di mettere a frutto quanto visto in mostra e di riflettere, in maniera attiva, sulla propria condizione di stanzialità in un mondo in continuo movimento.

Il gesto di dipingere

4-11
Anni

lunedì, martedì, giovedì, venerdì 9:30 - 10:45

Max Persone

20

Prezzo

4,00*

Lingua

It

Durata

1h15’

*(€2.00 ad alunno per le scuole della Città Metropolitana di Firenze)

La pittura non è solo la rappresentazione di qualcosa di riconoscibile e leggibile. Nel corso del Novecento molti artisti sono andati oltre le frontiere della figurazione per avventurarsi nel mondo dell’astratto. Attraverso un breve percorso all’interno della collezione del Museo Novecento i bambini saranno invitati a confrontarsi con questi due grandi concetti che si identificano in modi diversi di dipingere ma anche di guardare il mondo. Tra i molti tipi di approccio, i bambini scopriranno che cosa vuol dire esprimere le proprie emozioni con la pittura informale, ben rappresentata nel museo dall’opera Plurimo dell’artista Emilio Vedova. Cercheranno inoltre le differenze tra il modo di lavorare di questo artista e l’americano Jackson Pollock, ideatore della tecnica del “dripping”  e capofila del movimento dell’espressionismo astratto. Dipingere in piedi, danzare intorno alla tela, sgocciolare pittura a ritmo di jazz sono i capisaldi della sua tecnica che i bambini avranno poi occasione di sperimentare tramite un’attività di laboratorio dove colore, emozioni e musica si fonderanno in un’unica esperienza.

Visita al Museo Novecento

10-99
Anni

lunedì, martedì, giovedì, venerdì 9:30 - 11:00

Max Persone

20

Prezzo

4,00*

Lingua

It

Durata

1h15’

*(€2.00 ad alunno per le scuole della Città Metropolitana di Firenze)

La visita consente di ripercorrere a ritroso il XX secolo individuando i movimenti, le poetiche e gli artisti che ne hanno segnato i decenni, con un taglio fortemente interdisciplinare e un’attenzione specifica all’Italia e a Firenze. A partire dalla Biennale di Venezia del 1988, intesa come primo riconoscimento dei giovani fiorentini De Lorenzo, Guaita e Catelani, il percorso ripropone le tensioni e gli ideali degli anni Settanta e Sessanta – con grandi opere quali la Superarchitettura di Archizoom e Adolfo Natalini o il Plurimo di Emilio Vedova – per poi addentrarsi negli anni centrali del Novecento, riccamente rappresentati grazie alle donazioni di importanti artisti e collezionisti: fra questi Alberto Della Ragione, all’interno della cui collezione spiccano capolavori di De Chirico, Sironi, Casorati, Depero, Morandi, Martini. Nell’intreccio fra pittura, scultura, musica, poesia, moda, cinema e teatro il percorso porta il pubblico fino all’alba del secolo, animata dalle prime pulsioni delle avanguardie internazionali.

Lucio Fontana, lo spazio e le stelle

8-12
Anni

lunedì, martedì, giovedì, venerdì 9:30 - 11:00

Max Persone

20

Prezzo

4,00*

Lingua

It

Durata

1h15’

*(€2.00 ad alunno per le scuole della Città Metropolitana di Firenze)

Primo appuntamento – visita animata del Museo Novecento
Lucio Fontana, uno dei più celebri artisti del Novecento, compie una grande rivoluzione artistica portando la terza dimensione, ovvero lo spazio, nelle sue opere pittoriche, forando e tagliando il supporto. Mentre l’uomo compie grandi passi nelle esplorazioni oltre il Pianeta, arrivando fin sulla luna, Fontana sperimenta i suoi Concetti spaziali, costellazioni di buchi attraverso le quali il tabù millenario della bidimensionalità della tela è spazzato via in un sol colpo. Al Museo Novecento anche altri artisti si interessano dello spazio, nel suo duplice significato di spazio cosmico e spazio atmosferico: Marco Bagnoli, ad esempio, che nella sua opera Two in one utilizza elementi di sonde spaziali; Emilio Vedova, che compie un passo ulteriore rispetto a Fontana, irrompe con la sua opera nello spazio della realtà e dell’osservatore. Partendo dalla riflessione sulla poetica e sull’opera di alcuni importanti artisti del XX secolo, l’attività permetterà ai bambini di andare oltre la pittura cimentandosi nella realizzazione di personali costellazioni ispirate al lavoro di Lucio Fontana, che opportunamente illuminate daranno vita a nuovi spazi celesti.

Secondo appuntamento – visita animata dell’Osservatorio Astrofisico  di Arcetri
Le costellazioni – disegni immaginati dai popoli antichi guardando il cielo stellato – sono formate da stelle che sembrano sullo stesso piano (anzi sembrano sulla sfera celeste), solo perché l’occhio umano non è in grado di stimare le distanze in profondità, quando queste sono troppo grandi. Partendo dall’osservazione del cielo notturno simulato con il software open source Stellarium, che fornisce anche le distanze reali delle stelle, ciascun bambino potrà realizzare un modello per vedere come sono disposte nello spazio le stelle di una costellazione e quanto cambierebbe osservando il cielo da un punto di vista diverso  da quello terrestre. La costruzione dei modelli è concepita come un modo di “pensare con le mani”, ragionando sulla tridimensionalità e sulle posizioni degli oggetti nello spazio fisico. I ragazzi della scuola secondaria lavoreranno anche sulla riduzione in scala e sul calcolo delle distanze.

Le arti nel primo dopoguerra

8-10
Anni

lunedì, martedì, giovedì, venerdì 9:30 - 11:00

Max Persone

20

Prezzo

4,00*

Lingua

It

Durata

1h15’

*(€2.00 ad alunno per le scuole della Città Metropolitana di Firenze)

Primo appuntamento – visita tematica al Museo Novecento
Gli anni Venti e Trenta sono anni chiave per l’arte del Novecento: un’Europa uscita senza più certezze dalla tragedia della Prima Guerra Mondiale si risolleva e getta le basi per la modernità. Gli artisti, che all’inizio del secolo avevano inneggiato fiduciosi al progresso, alla velocità, alla macchina e addirittura alla guerra, si vedono costretti a ridimensionare i propri sogni e i propri ideali. Dopo gli eccessi del Futurismo, è questo il momento del “ritorno all’ordine”, del ritorno cioè all’introspezione, alla riflessione, al recupero dell’arte del passato. Ecco allora prendere vita le nature morte sospese fuori dal tempo di Giorgio Morandi, le sculture arcaiche e sognanti di Arturo Martini, i corpi saldi e rosei di Felice Casorati, le vedute atmosferiche di Mario Mafai. A collezionare tutte queste opere Alberto della Ragione, un ricco ingegnere navale campano che delle navi ha fatto la sua fortuna.

In un intreccio continuo fra arte, storia e letteratura, i partecipanti saranno coinvolti in un esercizio di lettura collettivo volto a conoscere le principali opere del museo del primo dopoguerra e ad avviarne una rielaborazione personale.

Secondo appuntamento – percorso didattico “1927 – 2017 Il ritorno in Italia” al Museo Salvatore Ferragamo
Grazie al testo didattico appositamente realizzato e alla guida di un operatore specializzato, i partecipanti “saliranno a bordo” del transatlantico Roma alla scoperta dell’Italia degli anni Venti, come fece Salvatore Ferragamo nel 1927. Nelle diverse sale della mostra, allestita proprio come la stiva della grande nave, i ragazzi conosceranno la Firenze dell’epoca del viaggio di ritorno di Salvatore Ferragamo dagli USA. Saranno loro mostrate le sue creazioni – le calzature – che verranno spiegate nella lavorazione, nei materiali e dal punto di vista dell’innovazione. Inoltre, i ragazzi scopriranno la Firenze del tempo grazie agli occhi degli artisti ed esploreranno l’intera Nazione grazie all’arte regionale e decorativa. Nella seconda parte del percorso gli alunni affronteranno altri temi legati alle scoperte e alle novità sociali del periodo, quali il culto del corpo, della bellezza, della cura e del benessere e soprattutto dello sport, che in quel periodo diventa una disciplina fondamentale della vita e della salute quotidiana. Un’attenzione particolare sarà dedicata anche all’abbigliamento, comprendendo come molte abitudini e pratiche considerate oggi naturali siano in realtà il frutto di rivoluzioni sociali importanti, iniziate proprio in quel periodo. In conclusione, gli alunni saranno invitati a continuare la riflessione in classe, realizzando uno scrapbook dedicato allo stile Italiano.

Come prenotare una visita o un’attività

Per i privati
E’ possibile inviare una richiesta via mail o telefonare ai numeri 055-2768224 e 055-2768558 (da lunedì a sabato h 9.30-13.00 e h14.00-17.00; domenica e festivi h9.30-12.30). La prenotazione è consigliata e gratuita.

 

Per le scuole
E’ possibile prenotare inviando una richiesta via mail o telefonando al numero 055 2616788 (da lunedì a venerdì h9.30- 13.00 e h14.00 -16.30). La prenotazione è obbligatoria e gratuita. Il gruppo si intende composto da un minimo di 10 fino ad un massimo di 25-30 persone a seconda delle attività. Gruppi di numero superiore verranno divisi in due o più gruppi distinti. Gli insegnanti sono responsabili della classe e devono rimanere all’interno del Museo per tutta la durata della visita. L’eventuale annullamento della prenotazione deve pervenire via fax almeno 5 giorni lavorativi prima della data della visita.

 

Che cosa fare il giorno della visita
E’ necessario presentarsi almeno 10 minuti prima alla biglietteria del Museo. Il pagamento si effettua il giorno stesso, in contanti o carta di credito (esclusa American Express). L’orario di inizio della visita o dell’attività deve essere tassativamente rispettato. In caso di ritardo, ci riserviamo di modificare la struttura della visita e ciò comporterà inequivocabilmente una riduzione di tempi.

COMPLEANNO AL MUSEO

Anche presso il Museo Novecento è possibile festeggiare il compleanno, regalando cultura ai propri cari e agli amici. Il festeggiato potrà invitare il proprio gruppo di amici per il giorno individuato, partecipare con loro all'attività Time Machine (per bambini 8/12 anni) o alla Visita al Museo (per adulti) e infine festeggiare spegnendo le candeline negli Spazi Laboratori del museo, che saranno riservati per l'occasione.

 

Quando
Sabato e domenica h14.30/17.30

 

Come
Si prenota, con largo anticipo, via telefono/mail. La famiglia del festeggiato si presenta alle h14.30 per predisporre l'ambiente riservato alla festa, mentre l'attività per tutti gli invitati comincia sabato alle h15.00.

 

Quanti
È possibile invitare un massimo di 20 bambini e 5 adulti.

 

Costi
Il costo è di €4,00 a bambino, adulti gratuiti fino a 5 accompagnatori. Dal sesto adulto in poi il costo è di €12,50 per ciascun adulto.

 

Importante
È assolutamente necessario ripristinare l'ambiente nelle stesse condizioni in cui lo si è trovato. In caso contrario potrà essere richiesta una penale per servizio di pulizie straordinario.