Inediti di Autore

Domenica 6 agosto ore 20.45

Nell’ambito dell’Estate Fiorentina 2017 l’Associazione Rive Gauche – Arte Cinema propone una rassegna dedicata ad alcuni capolavori del cinema internazionale non distribuiti in Italia. Il ciclo di proiezioni, che si svolge tra luglio ed ottobre per un totale di dodici incontri, prevede la presentazione dei film in versione originale, con sottotitoli in lingua italiana realizzati in occasione della rassegna.

Il pubblico del museo avrà il privilegio, anche quest’anno, di vedere film inediti. Tra gli autori si segnalano Jim Jarmush, Andrzej Żuławski e molti altri che insieme costituiscono le punte emergenti del cinema internazionale.

Rive Gauche – ArteCinema è un’associazione senza scopo di lucro impegnata nell’organizzazione di un Festival Internazionale di Film Corti, arrivato con grande successo alla quarta edizione, e di rassegne cinematografiche di carattere tematico o per autore. Tra queste si ricordano le rassegne estive annuali al Giardino del Cenacolo di San Salvi su incarico del Comune di Firenze, la rassegna del Nuovo Cinema Latino-Americano allo Spazio Alfieri, con 10 film in gran parte inediti in Italia, nonché una rassegna di film pacifisti in occasione del centenario della prima guerra mondiale. A novembre 2015 ha organizzato eventi su Pasolini presso Le Murate. Progetti Arte Contemporanea e il Museo Novecento.

Rive Gauche-ArteCinema ha inoltre portato in Italia film mai distribuiti nel nostro Paese, provvedendo alla loro sottotitolatura in lingua italiana. In questo modo ha arricchito le proprie rassegne di “prime visioni assolute” o “inediti di autore”. Nel 2016 ha organizzato per l’Estate Fiorentina L’amour fou una rassegna di film mai proiettati in Italia, che si è svolta al Museo Novecento con uno straordinario riscontro di pubblico. In questo quadro l’Associazione è stata inoltre chiamata dall’Università di Firenze (Cattedra di Lingua turca) per organizzare un ciclo di film inediti in Italia del Nuovo Cinema Turco.

Programma

Domenica 9 luglio ore 20.45
The Kite
Proiezione del film di Randa Chahal Sabbag (Lib. 2003)
Un paese diviso in due tra Libano e Israele: una quindicenne, promessa in sposa al cugino nel territorio israeliano, si innamora di una delle guardie di confine. Rivisitazione moderna del classico Romeo e Giulietta, il film diretto dalla grande regista libanese prematuramente scomparsa, ha ottenuto il Leone d’Argento a Venezia.

Domenica 16 luglio ore 20.45
Elephant song
Proiezione del film di Charles Binamé (Can 2014)
Dopo l’improvvisa e misteriosa scomparsa del dottor Lawrence, uno psicologo che lavora presso un ospedale psichiatrico, il dottor Green viene incaricato di intervistare Michael Aleen, paziente dello psicologo scomparso, che dice di conoscere molte cose sulla sua sparizione. Si instaura così tra il medico e il paziente un rapportoconflittuale, in cui il dottor Green, oltre a ricercare la verità, prova ad aiutare Michael a superare i suoi traumi infantili. Il film è stato presentato in anteprima al Toronto International Film Festival il 10 settembre 2014. 

Domenica  23 luglio ore 20.45
The limits of control
Proiezione del film di Jim Jarmush (Usa 2009)
Ambientato in una Spagna meravigliosamente assolata, il film narra la storia di un killer americano che segue una serie di improbabili i indizi per effettuare una misteriosa missione criminale. Incontri bizzarri, varie anomalie e ricorrenze, solo apparentemente marginali, offrono l’occasione  per le magistrali interpretazioni di Isaach De Bankolé, Tilda Swinton, Bill Murray e John Hurt.

Domenica 30 luglio ore 20.45
The Rover
Proiezione del film di David Michôd  (Aus.lia 2004)
Dieci anni dopo il collasso dell’economia occidentale anche l’Australia si ritrova a condividere lo stesso degrado sociale ed economico. In questo scenario Eric, un ex contadino, annoiato e pieno di rabbia  vagabonda alla guida del suo fuoristrada, nel tentativo di lasciarsi il passato alle spalle. Quando l’automezzo gli viene rubato da una banda di criminali cercherà in tutti i modidi recuperare la sua unica proprietà. Ad accompagnarlo nel viaggio troviamo Rey, il fratello di uno degli appartenenti alla banda abbandonato ferito dopo l’ultima rapina.

Domenica 6 agosto ore 20.45
Le diable/Il diavolo
Proiezione del film di Andrzej Żuławski (Pol 1972)
Nel 1793, in seguito alla seconda spartizione della Polonia, l’esercito Prussiano invade il paese. Il giovane nobile Jakub, imprigionato per cospirazione contro il re, è inaspettatamente liberato da un misterioso personaggio. Desideroso di partire per Varsavia per combattere per la libertà del suo paese, Jakub viene distolto dal suo proposito dal suo salvatore che lo invita a tornare a casa.
Seguendo il misterioso personaggio, il protagonista si imbatte nel caos generale e nella corruzione morale. Profondamente colpito da ciò che vede, in preda ad una follia omicida, Jakub commette una serie di atroci assassini, apparentemente senza motivo. Drammatico secondo film di Zulawski, lungamente vietato dalle autorità polacche e poi scomparso del tutto dalla distribuzione, racchiude in sé tutta la forza visionaria del cinema del regista polacco.

Domenica 27 agosto ore 20.45
“Still walking”
Proiezione del film Hirokazu Kore-Eda (Jap. 2009)
Una giornata d’estate in un paese di mare: nella casa degli anziani genitori Yokoyama si celebra, come ogni anno nello stesso giorno, una riunione di famiglia per ricordare il primogenito Jumpei, morto prematuramente per salvare un amico dall’annegamento. Non è una pratica inusuale per le famiglie giapponesi riunirsi ogni anno per commemorare un familiare scomparso, ma Jumpei, agli occhi dei genitori, del fratello e della sorella più giovani e di tutti gli amici, era una persona speciale. Questi sentimenti creano da un lato un profondo senso dell’assenza, dall’altro la consapevolezza, da parte di tutti, di non poter essere all’altezza dello scomparso. Tutto ciò crea sottili e nascosti dolori, rimpianti e scricchiolii nei rapporti della famiglia, simili alle crepe ben visibili nella vecchia e malandata casa.
Still walking è l’ennesino capolavoro intimista sui rapporti umani e famigliari di Hirokazu Kore-Eda, dopo il successo degli altri due film sempre sul tema della famiglia: After life e Nobody nows. Ancora una volta il regista dimostra di essere, nel panorama del nuovo cinema giapponese, il vero erede del realismo di Yasujirō Ozu, da molti considerato il più grande dei registi giapponesi, e di saper mettere a profitto la lezione di due correnti da lui amate, il neo-realismo italiano e la nouvelle vague francese.

Domenica  3 settembre ore 20.45
The Brother of another planet
Proiezione del film di  di John Sayles (USA 1984)
Atterrato sulla terra a bordo di una navicella spaziale  Joe Morton, un fuggiasco, muto, dalla pelle nera, si ritrova sull’isola di Manhattan. Elementi rivelatori della sua natura aliena sono i piedi con tre dita artigliate e la capacità di sanare circuiti elettronici e tessuti umani, mediante la semplice apposizione delle mani.
A dispetto del suo mutismo il protagonista riesce a stabilire un’immediata empatia con gli emarginati con cui entra in contatto e a stabilire una rete di solidarietà che gli permette di uscire dalle situazioni più difficili.

Domenica 10 settembre  ore 20.45
Dominion:  prequel to the exorcist
Proiezione del film di  Paul Schrader (USA 2005)

Il film è un prequel dell’Esorcista e racconta attraverso gli occhi di padre Lankester Merrin, e il racconto del suo passato tormentato, la sua ricerca per ritrovare la fede perduta.
Poco prima che il film venisse ultimato, la casa produttrice, temendo un insuccesso, sollevò Schrader dall’incarico e affidò la regia a Renny Harlin, che riscrisse la sceneggiatura realizzando una nuova versione del film intitolata L’esorcista – La genesi. In seguito ad un successo di critica e pubblico piuttosto modesto, la casa produttrice consentì a Schrader di riprendere il progetto lasciato interrotto, e distribuì il film a partire dal maggio 2005.

Domenica 24 settembre ore 20.45
The hunter
Proiezione del film di  Daniel Nettheim (Aus.lia 2011)

Il mercenario Martin David (Willem Dafoe) viene incaricato da una azienda biotecnologica di rintracciare un esemplare della tigre della Tasmania, un animale a lungo ritenuto estinto. Il compito di Martin è quello di trovare il tilacino, portatore sano di una preziosa tossina, e ucciderlo per assicurarsi che nessuna organizzazione concorrente possa ottenerne il DNA.
Il film si basa sull’omonimo romanzo scritto da Julia Leigh nel 1999.

Domenica 8 ottobre ore 20.45
The Loft
Proiezione del film di Kiyoshi Kurosawa (Jap. 2005)
Reiko, una scrittrice di successo in cerca di  ispirazione,  si trasferisce in un appartamento in affitto in una campagna sperduta. Nella casa vicina, apparentemente abbandonata, un ricercatore universitario studia una mummia millenaria. Nella vita della scrittrice iniziano ad accadere strani eventi legati alla mummia e ad un inquietante spettro dalle sembianze femminili.
Il film è stato presentato al Torino Film Festival nel 2005.

Domenica 15 ottobre  ore 20.45
Climates
Proiezione del film di Nuri Bilge Ceylan(Tur. 2006)
Isa è un professore di storia dell’arte all’università di Istanbul, Bahar è una scrupolosa produttrice televisiva. Una storia d’amore tormentata dove i due amanti, pur incapaci di rinunciare l’uno  all’altra, non si ritrovano mai allineati. L’opera del regista, premiato a Cannes 2003 per Uzak, senza essere una tragedia passionale è una riflessione a tratti drammatica e pessimista sulla relazione sentimentale. Il film è stato nominato per la Palma d’oro al Festival di Cannes del 2006.

Domenica 22 ottobre ore 20.45
Platform
Proiezione del film di Jia Zhangke (Cina 2000)
Anni Ottanta, provincia di Shanxi, una compagnia teatrale itinerante segue l’evoluzione politica in Cina, dalla rivoluzione culturale agli arbori della globalizzazione, mentre i singoli personaggi si confrontano con i loro amori e  passioni private. Il film che ha fatto conoscere Jia Zhangke (anche sceneggiatore) nei festival internazionali è un affresco che mescola dimensione pubblica e sfera privata per raccontare un Paese dove solo esteriormente tutto cambia.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti. L’ingresso non prevede l’accesso al percorso museale.
Inserito nel programma Estate Fiorentina 2017