LUCIO FONTANA, MANIFESTI SCRITTI INTERVISTE

Mercoledì 16 marzo, 17.30

La curatrice del volume Angela Sanna dialoga con Susanna Ragionieri.

Una raccolta di scritti del grande maestro del Novecento Lucio Fontana (Rosario di Santa Fé, 1899 – Varese, 1968): manifesti, testi e interviste dove emergono, insieme alla teorizzazione dello Spazialismo, le opinioni dell’artista sull’arte del momento e sui vari settori da lui esplorati, dalla ceramica alla scultura, dalla pittura agli interventi ambientali.

Nelle pagine si definiscono anche altre sfaccettature della vita artistica di Fontana attraverso le interviste rilasciate a critici, giornalisti e intellettuali, da Carla Lonzi a Pierre Restany, da Umberto Eco a Giorgio Bocca.A tali testimonianze si uniscono quelle riguardanti il contributo culturale e umano che Fontana offrì  a giovani artisti e movimenti del panorama nazionale e internazionale.

Il volume, curato da Angela Sanna, è edito da Abscondita, Milano all’interno della collana Carte d’artisti.

Angela Sanna insegna Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Dottore di ricerca dell’Université de Paris 1 Panthéon-Sorbonne, ha al suo attivo studi e pubblicazioni, in Italia e Francia, orientate su aspetti diversi dell’arte del XX secolo, dai rapporti tra Milano e Parigi nel secondo dopoguerra, con particolare riferimento all’opera di Enrico Baj e del movimento post-surrealista Phases, agli scritti di poetica di Baj, André Breton, Lucio Fontana, Pietro Annigoni e Edouard Jaguer. Ha lavorato a lungo con il Museo Rodolfo Siviero di Firenze, di cui ha pubblicato, tra l’altro, i cataloghi delle opere dal Medioevo al Settecento e del XX secolo. Ha curato e/o collaborato a diverse mostre di artisti contemporanei per varie istituzioni, occupandosi anche di scritti più divulgativi su musei e maestri di risonanza internazionale.

Susanna Ragionieri è docente presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze. Si è occupata a lungo di arte italiana fra le due guerre approfondendo i rapporti fra pittura, scultura, letteratura, e musica, e di ricerche sul versante grafico da Giovanni Fattori a Lorenzo Viani. Ha curato mostre e pubblicazioni tra cui la monografia sull’incisore Bruno Bramanti (Firenze, Olschki 2002), in cui ha approfondito studi sulla xilografia del primo Novecento e sui rapporti fra grafica ed editoria. Ha collaborato al progetto della Regione Toscana Percorsi della contemporaneità. Arti visive in Toscana 1945-2000.

La conferenza è ad ingresso libero fino a esaurimento posti e non prevede l’accesso al percorso museale.