Il Disegno del Disegno

Venerdì 22 febbraio ore 18.00

Saretto Cincinelli in dialogo con gli artisti in mostra

In occasione della mostra Il Disegno del Disegno, visitabile al Museo Novecento fino al 28 febbraio, il curatore Saretto Cincinelli dialoga con alcuni degli artisti coinvolti nel progetto, che riunisce in un’unica esposizione i giardini ‘stagionali’ di Massimo Bartolini, le sinopie ‘postume’ di Antonio Catelani, l’affiorare delle figure nel gesto formante delle terrecotte di Emanuele Becheri, le duplicazioni evocanti un cortocircuito tra ciò che è scomparso e ciò che non smette di riaffiorare di Andrea Santarlasci; le infinite, minute segnature delle pagine marmoree di Massimiliano Turco, tracciati di un divenire che mostra il senso di una ripetizione mutante. A questi si affiancano le sculture incorporanti il disegno della propria genesi materiale di Daniela De Lorenzo, gli autoritratti tracciati senza mai posare lo sguardo sul foglio di Chiara Camoni, le presentazioni extra-rappresentative dei Senza titolo (Chiasmi) e delle Prosopopee di Carlo Guaita, l’Atlas di Margherita Moscardini che, tramite un inedito display performativo, mostra moltitudini aggregate in uno spazio pubblico da cui sono sottratte le architetture e, infine, le fotografie in bianco e nero di Paolo Meoni e Giulia Cenci, sorta di disegni istantanei che nella loro platitude restituiscono l’astratto ritmo interno di uno scenario naturale o svolgono il ruolo di annotazioni e schizzi preparatori evocanti opere a venire.

Grazie all’analisi di pratiche anche molto diverse tra loro, il talk consentirà di approfondire la riflessione sul disegno, inteso non più come progetto ma come processo. In linea con il concept della mostra, l’incontro non intende modellare una prospettiva dello sguardo, ma suggerire la rilettura spiazzante di categorie precostituite, per condurre in primo piano, oltre al verbo essere delle singole produzioni individuali, l’accadere plurale di un evento.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti. L’ingresso non prevede l’accesso al percorso museale.