Guest. Luca Scarlini

2 aprile 2019

“Mio due, mio doppio: due giocolieri, Novelli e Pascali e il ’68 fatale”

 

Torna l’appuntamento con il ciclo Guest, ideato dal direttore artistico del Museo Novecento Sergio Risaliti, che vedono di volta in volta partecipare alcuni dei protagonisti dell’arte e della cultura contemporanea. Martedì 2 aprile alle 18 sarà la volta dello scrittore e storyteller Luca Scarlini che proporrà al pubblico un incontro dal titolo “Mio due, mio doppio: due giocolieri, Novelli e Pascali e il ’68 fatale”.

Viaggio tra le suggestioni pop, i cortocircuiti con le materie prime dell’arte povera e la ricerca alchemica di due artisti che hanno entrambi fatalmente perso la vita nel 1968. Pino Pascali e Gastone Novelli vissero la vita in un’epoca vissuta come voleva il titolo del film di Jean-Luc Godard, “Fino all’ultimo respiro”, nella certezza che ogni atto artistico avrebbe lasciato un segno, come quando Novelli decise di girare verso il muro le sue creazioni, durante la Biennale del 1968, per protesta contro l’irruzione della polizia ai Giardini di Sant’Elena.

Luca Scarlini è scrittore, drammaturgo per teatri e musica, performance artist, storyteller. Insegna tecniche narrative presso la Scuola Holden di Torino e ha collaborato con numerose istituzioni teatrali italiane e europee, tra cui il National Theatre di Londra, la compagnia Lod a Ghent, il Festival Opera XXI a Anversa, La Batie e il theatre amstramgram a Ginevra.  Scrive per la musica e per la danza: dal 2004 al 2008 è consulente artistico del festival MilanOltre al Teatro dell’Elfo di Milano.  Ha all’attivo una vasta attività come storyteller in solo e a fianco di musicisti, danzatori e attori, in teatri, musei e luoghi storici. Voce di Radio Tre, ha condotto il programma Museo Nazionale, ha curato mostre sulla relazione tra arte, musica, teatro e moda. Tra i suoi libri recenti sono da segnalare Lustrini per il regno dei cieli (Bollati Boringhieri), Sacre sfilate (Guanda), La sindrome di Michael Jackson (Bompiani), Andy Warhol superstar (Johan and Levi), Siviero contro Hitler (Skira), Memorie di un’opera d’arte (Skira), Teatri d’amore (Nottetempo).

Ingresso libero fino ad esaurimento posti. L’ingresso non prevede l’accesso al percorso museale.