De Chirico a Ferrara. Metafisica e avanguardie

25 Novembre 2015

Mercoledì 25 Novembre ore 17.30
Giuseppe di Natale
De Chirico a Ferrara. Metafisica e avanguardie

Conferenza in collaborazione con Palazzo dei Diamanti, Ferrara

La pittura metafisica è stata, insieme al futurismo, il contributo italiano più importante all’arte europea del primo ventennio del XX secolo, grazie al ruolo cruciale che ebbe per lo sviluppo del dadaismo, del surrealismo, della pittura tedesca degli anni Venti e per gli influssi che in seguito furono decisivi per il Novecento italiano. Nell’ambito delle collaborazioni tra Firenze e Ferrara, Giuseppe Di Natale, Curatore della Fondazione Ferrara Arte e di Palazzo dei Diamanti, presenterà il progetto espositivo De Chirico a Ferrara. Metafisica e avanguardie, analizzando alcune opere che hanno segnato la stagione metafisica e contestualizzandole nel panorama artistico nazionale.
A cento anni dalla loro creazione, tornano infatti a Ferrara i rari capolavori che Giorgio de Chirico dipinse nella città estense quando, in seguito allo scoppio della prima guerra mondiale, tra il 1915 e il 1918, l’artista, dopo un passaggio a Firenze, soggiornò nella città emiliana per prestare servizio militare. La mostra, la prima in senso assoluto dedicata all’indagine di questo periodo cruciale dell’arte del Novecento, presenta la più completa rassegna che si sia mai potuta vedere delle opere metafisiche dipinte a Ferrara da de Chirico e dal suo amico-nemico, compagno e concorrente, Carlo Carrà. Le piccole stanze dalle prospettive vertiginose, i dolci, l’iconografia del quadro nel quadro, i celebri manichini da sartoria, le piazze silenziose, sono i temi attorno ai quali ruota la mostra, che documenta anche la profonda influenza che le opere ferraresi ebbero in quegli anni su Giorgio Morandi e Filippo de Pisis, e poco dopo sugli artisti delle avanguardie europee come Man Ray, René Magritte, Salvador Dalí e Max Ernst.

Giuseppe Di Natale (Bari, 1974) ha studiato presso l’Università di Firenze, dove ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia dell’arte e si è specializzato in Storia dell’arte contemporanea presso l’Università di Siena. Ha svolto attività di ricerca presso l’Università di Firenze e l’Institut National d’Histoire de l’Art di Parigi e ha frequentato i corsi di perfezionamento in museologia all’Ecole du Louvre. Ha collaborato con saggi e schede a diversi cataloghi di mostre in Italia e all’estero, pubblicato gli esiti dei suoi studi su riviste scientifiche internazionali e partecipato a numerosi convegni in Europa, Stati Uniti e in Giappone. Dal 2013 è Curatore della Fondazione Ferrara Arte e di Palazzo dei Diamanti.

 

DE CHIRICO A FERRARA. Metafisica e avanguardie
Ferrara, Palazzo dei Diamanti ǀ 14 novembre 2015 – 28 febbraio 2016
Mostra a cura di Paolo Baldacci e Gerd Roos, organizzata dalla Fondazione Ferrara Arte e dalla Staatsgalerie Stuttgart in collaborazione con l’Archivio dell’Arte Metafisica di Milano / Berlino.
www.palazzodiamanti.it

L’ ingresso, gratuito e con posti limitati, non comprende l’accesso al percorso museale.

Giorgio de Chirico
Il Trovatore, autunno 1917
Olio su tela, 65×103 cm
Collezione privata
© by SIAE 2015